Parola d'ordine: relax.

Amiche, siete irascibili, mangiate la faccia al marito che vi dice buongiorno?
Siete stanche come un sufflè sgonfio ma non riuscite a dormire perché la vostra mente continua a ripercorrere la giornata e a pensare ossessivamente alle 1001 cose da fare domani?

Se poi avete anche mal di testa, palpitazioni, squilibri ormonali, non c'è bisogno che ve lodica io che siete un po' esaurite, vero?
Voi avete bisogno di rilassarvi – ma và!
E se posso permettermi, forse è ora che facciate un pensierino serio sulla qualità della vostra vita.




Parola d'ordine: relax. 
Curioso. In italiano si usa normalmente una parola che pare venga dal francese, che l'ha mutuata dall'inglese che pare comunque l'abbia derivata dal latino. Tutto ciò per esprimere un concetto che in italiano è ancora più chiaro: rilassare. Ri-lassare, cioè ri-lasciare, tornare ad uno stato di non contrazione, di non tensione.

Ve lo ricordate ancora come si stava quando non eravamo stressati, da bambini ad esempio?
Tra le parole con una radice comune a questa, il dizionario riporta languido. Ecco, io il rilassamento lo collego a questa sensazione, al languore dei lunghi pomeriggi, caldi, appiccicaticci e un po' assonnati, dell'inizio estate, quando i miei genitori ancora lavoravano e io, bambina vorace di parole scritte, passavo il tempo sdraiata sul letto, a divorare libri.

Continua su piccolini Barilla.

P.s. la foto viene da qui.

P.p.s. Una amica preziosa mi ha fatto notare che nel mio precedente post su Pollyanna non si capiva una beneamata mazza. Dove volevo andare a parare?
L'ho modificato (e in fondo ci sono le slide!), spero che adesso possiate capire con più chiarezza quanto sono deficiente . :-D
Buon relax, gente.

Etichette: , , ,