Col sole ai piedi.



Lunedì pomeriggio hanno mandato a casa Dalia con la febbre a 38.
Per tutta la settimana: la sera 39, la mattina sfebbrata.
Giovedì e venerdì notte: agitazione, pianti disperati. Venerdì alle 3 ci siamo vestiti in tutta corsa per portarla al pronto soccorso. Lei diceva - a modo suo - di aver male alla pancia e al sedere. Sembrava di stare a letto con Bud Spencer e Terence Hill, concentrati in 11 kg di botte da orbi e flatulenze pestilenziali.
Naturalmente è subentrata la famosa Sindrome del Meccanico. Vestiti entrambi i genitori, vestita lei, buttata giù la nonna dal letto - no no, non dormivo affatto, disse lei, con gli occhi iniettati di sangue, la bavetta all'angolo della bocca e il capello alla mohicana - Dalia si è addormentata pesantemente sulla soglia della porta.

Così l'abbiamo rimessa a letto e ho aspettato mattina, per portarla dal pediatra.
Diagnosi: otite bilaterale avanzata, sulla soglia della perforazione. Che arriverà quasi sicuramente.

- Spoiler: arrivata sabato notte. Non ricordo se sia la terza o la quarta. 
Praticamente ha i timpani a crochet. -

Poi di corsa in farmacia per antibiotico, poi dalla nonna, poi di corsa di nuovo a rinnovare la patente che scade mercoledì e da lunedì cambia la procedura e io già sono abbastanza incasinata così, grazie.
Un'ora di attesa, per leggere due lettere su un tabellone. Conto: 71€. E grazie.

Ancora afona. Indietro con il lavoro. Telefono alla nonna, sento le bambine che urlano in sottofondo, mi sembra quasi di sentire anche gli schiocchi degli schiaffoni che volano. Adesso dovrei tornare subito a casa, scroccare il pranzo a mia madre, poi di corsa nello studio a lavorare, ho roba urgente da consegnare per lunedì, poi lunedì mattina sono impegnata, poi poi.

Però. Non muore nessuno se faccio una passeggiata in centro. C'è un bel sole, l'aria tiepidina, il cielo azzurro.
Ho finito il fondotinta minerale, giusto un saltino da sephora...

E sono fuggita.

E sulla strada per sephora sono stata illuminata da un raggio di sole.

Welcome, my new sunny yellow shoes.
Si ringrazia mamma Laura per il vaso di ceramica.


E bentornato al mio sorriso.

Domenica mi ha riallineato con il benessere delle piccole cose.



Buona settimana a tutti!!!

P.s. Io sono ancora afona...

Etichette: ,