M'incanto sull'affresco.







Mentre la pargola brucia d'amore, noi genitori degenitorati andiamo a vedere una mostra.
Non le voglio meno bene se la lascio un pomeriggio alla nonna, anche se è malata.
Anzi, quando torno le voglio più bene, perché la clausura forzata fa male anche a me. E stare sempre con me non credo le faccia poi così un gran bene.


Così fuggiamo al "mio" museo, a vedere con la "mia" guida una bella mostra.
Non una mostra "bella" in realtà, non nel senso tradizionale almeno, ma una mostra scientifica. Sono uscita che sapevo un sacco di cose in più sulle tecniche dell'affresco e sulla sua tutela. Sono uscita anche con un sacco di domande in testa su cosa voglia dire poi in realtà la tutela dell'opera d'arte. Che un affresco in un museo è come un uccellino in gabbia: è bello ma non canta.
E mi viene da pensare anche: non sarebbe ora di riconoscere che le opere d'arte sono del luogo per cui sono state pensate? Che appartengono alla cultura che le ha generate?
Non sarebbe ora che le Monne Lise tornassero a casa e gli Egizi tornassero in Egitto?
Così, eh, pour parler.

 
 San Giuliano uccide i genitori. Ora rubi e vai in parlamento, una volta ammazzavi i tuoi e ti facevano santo. Non siamo migliorati con gli anni. Notare la faccia di gran simpatia della signora a sinistra. Sembra dire "Ma allora si' proprio scemo"


La nascita di Adone. La madre era un po' de' legno.


 

Il quadro più bello della mostra. Ed è un falso falso. Nel senso che non è una copia, è un falso proprio. Ah ah ah. Certo ioo ho proprio un gran gusto e una gran cultura.

 

Elena illustra le varie tecniche per estrarre gli affreschi: togli il muro intero, togli un tocco di muro, fagli la ceretta.

 

Due bei manzi, uno me lo sono riportato a casa. Quale? (l'altro è Teseo).

Elena con Raffaello (?). Non mi ricordo più. Mi sembrava che fosse uno dei ninja turtles comunque.

Chiunque volesse andare a vedere la mostra può trovare informazioni serie e belle foto sul sito del Mar.
Con l'occasione vi ricordo che NON  si possono fare le foto al museo, e che io sono stata giustamente e ripetutamente sgridata e redarguita dai guardiasala. Ma che ci volete fare, a me piace soffrire.
E se venite fate un fischio eh. Un caffé ve lo offro volentieri.
Se poi vi voglio veramente bene vi dico anche il nome della guida e quando trovarla.

Etichette: , , , ,